IL SENSO DI UNA FINE - BUFFET LETTERARIO

Prossimo appuntamento con

“BUFFET LETTERARIO”,

gruppo di lettura della Biblioteca Filippo Farsetti

mercoledì 26 ottobre 2016

con il libro di Julian Barnes

“Il senso di una fine”

 Copertina de Il Senso di Una Fine

 

NOTIZIE BIOGRAFICHE E BIBLIOGRAFICHE DI JULIAN BARNES

Barnes, Julian Patrick è uno scrittore inglese nato a Leicester il 19 gennaio 1946.

Laureatosi al Magdalen College di Oxford nel 1968, ha lavorato (1969-1972) per il supplemento dell’Oxford English Dictionary e, in seguito è stato redattore letterario e critico televisivo di vari periodici; dal 1990 al 1995 è stato corrispondente da Londra del settimanale The New Yorker. Nei suoi romanzi, a cominciare da Metroland (1980; trad. it. 2015) e Before she met me (1982), la capacità d’osservazione psicologica e una spiccata inclinazione saggistica si uniscono ai pregi di una scrittura meticolosa e stilisticamente elaborata.

L’ossessione letteraria è del resto esplicitamente tematizzata da Barnes nel suo romanzo Flaubert’s parrot (Il pappagallo di Flaubert 1984; trad. it. 1987) storia di un medico in pensione, appassionato lettore di Flaubert, la cui vita s'intreccia inestricabilmente con l'ambizioso e maniacale progetto di scrivere una biografia del grande romanziere.

Ha pubblicato tra l'altro, sotto lo pseudonimo di Dan Kavanagh, quattro storie di genere poliziesco (Duffy, 1980; Fiddle city, 1981; Putting the boot in, 1985; Going to the dogs, 1987), riunite poi nel volume Duffy omnibus(1991).

Tra le opere si ricordano: Staring at the sun (1986; trad. it. 1989); A history of the world in 10 1/2 chapters (1989; trad. it. 1990), romanzo d'idee dall'impianto vistosamente postmoderno; Talking it over (1991; trad. it. Parliamone, 1992); The porcupine (Il porcospino 1992; trad. it. 1993), novella d'ispirazione kafkiana;  la raccolta di scritti giornalistici Letters from London (1995); l'antologia di racconti Cross channel (1996; trad. it. Oltremanica, 1997); England, England (1999; trad. it. 2000), satirica visione di una Gran Bretagna riprodotta in scala minore sopra un'altra isola; Love, etc. (Amore dieci anni dopo 2001), che riprende temi e personaggi di Talking it over; The lemon table (2004); Arthur & George (2005); Nothing to be frightened of (2008); The sense of an ending (Il senso di una fine 2011; trad. it. 2012), con cui si è aggiudicato il Booker prize; A life with books (2012);Levels of life (Livelli di vita 2013; trad. it. 2013); la raccolta di saggi Keeping an eye open. Essays on art (2015); il romanzo The noise of time (Il rumore del tempo 2016; trad. it. 2016).

Opere principali narrative

1980 Metroland
1982 Before she met me
1984 Flaubert’s parrot
1986 Staring at the sun
1989 Una storia del mondo in 10 capitoli e 1/2
1991 Talking it over (Parliamone)
1992 Porcupine
1996 Cross Channel (Oltremanica)
1998 England, England
2000 Love (Amore dieci anni dopo)
2005 Arthur & George
2011 The sense of an ending (Vincitore del Booker Prize)
2013 Livelli di vita
2016 Il rumore del tempo

Fonti

torna all'inizio del contenuto