CONVEGNO FRENA IL BULLO - A Santa Maria di Sala (VE) il prossimo incontro con i ragazzi dell?Istituto Comprensivo Statale

Giovedì 25 e venerdì 26 gennaio 2018, presso l’Istituto Comprensione Statale Cordenons di Santa Maria di Sala (VE), avrà luogo un incontro di informazione e sensibilizzazione per discutere di bullismo e cyberbullismo e delle conseguenze del fenomeno, che vedrà coinvolti tutti gli allievi delle seconde medie, per un totale di circa 180 alunni. Il progetto, che terminerà a maggio con un incontro conclusivo che vedrà il coinvolgimento dei genitori dei ragazzi fruitori degli interventi, si concretizza in 8 giornate di informazione, formazione e sensibilizzazione in cui si alterneranno Professionisti ed esperti riguardo al tema, in un confronto volto a mettere in evidenza non solo le cause e le conseguenze, ma anche tutti i fattori ad esso connessi, dell’uso responsabile della rete, degli aspetti legali e delle diverse declinazioni assunte dal bullismo anche nel mondo del lavoro (mobbing, bossing e straining). Le prime due giornate verteranno sulla trattazione delle problematiche psicologiche e sociali connesse al fenomeno.

L’incontro è organizzato e finanziato dalla Fondazione Assosafe, in collaborazione con il SIAP Polizia di Stato (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia) e ADLI (Associazione Datori di Lavoro Italiani), patrocinati dal Senato della Repubblica, dalla Camera dei Deputati, dalla Regione del Veneto, dal comune di Padova e dal comune di Santa Maria di Sala, nell’ambito di un ciclo di seminari dal titolo FRENA IL BULLO, che hanno già coinvolto diversi istituti superiori di tutto il territorio Nazionale.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare i ragazzi a un uso corretto degli strumenti del web, una grande risorsa che nasconde tuttavia numerose insidie, ma anche fornire degli strumenti operativi su come riconoscere e difendersi dal fenomeno.

Diffondere una buona conoscenza, al fine di accompagnare le future identità a valutare, con coscienza, che gli effetti del proprio agire possono essere causa di gravi danni psicologici, fino a conseguenze dall’esito funesto, rientra nella vision della Fondazione Assosafe che, avvalendosi della collaborazione delle Forze dell’Ordine, si propone di fornire un valido sostegno a tutti gli attori coinvolti in questo processo, in particolare i genitori, la scuola e i professionisti.

Al seminario interverranno il segretario regionale del Veneto Cristiano Cafini, del SIAP Polizia di Stato e membro del Comitato Tecnico Scientifico di Frena il Bullo, il sindaco del comune di Santa Maria Di Sala Nicola Fragomeni, l’assessore del comune di Santa Maria di Sala Luca Morosin, l’avvocato Stefano Tigani, avvocato penalista, specializzato in diritto penale minorile, referente legale di Penelope Italia Onlus per il Veneto e il FVG e membro del Comitato Tecnico Scientifico di Frena il Bullo, la dott.ssa Giuseppina Filieri, psicologa – psicoterapeuta, vicepresidente della Fondazione Assosafe e membro del Comitato Tecnico Scientifico di Frena il Bullo.

"Nell’ottica di cercare e di attivare strategie condivise e mirate, – spiega il presidente della Fondazione Assosafe Mattia Mingardo - l’evento e il ciclo di seminari all’interno delle scuole sono volte a creare una solida base perché si sfruttino al meglio le potenzialità offerte dalla rete, non

demonizzando il mezzo, ma tutelando la navigazione dei minori in internet attraverso la prevenzione di comportamenti devianti, nella difesa del principio di libertà altrui".

torna all'inizio del contenuto