La consegna delle Costituzioni e non solo Il futuro è nostro: un progetto di educazione civica per i neodiciottenni

Santa Maria di Sala, 31.05.2018: Un gioco di ruolo per spiegare il funzionamento dell’Ente locale e un percorso di approfondimento della Costituzione e delle regole che normano il Comune per stimolare i giovani ad una partecipazione alla vita civica e politica del paese, approfondimenti sui temi di educazione civica, Carta costituzionale, Stato e enti territoriali, e, infine, la consegna della Costituzione ai neodiciottenni. E’ questo il progetto “Il futuro è nostro”, che ha coinvolto i ragazzi che hanno compiuto 18 anni nel 2018 di Santa Maria di Sala.

“Il nostro Comune, come tutti quelli del Veneto, diversi anni fa era stato invitato a organizzare delle cerimonie di consegna del testo della Costituzione ai neodiciottenni – spiega l’Assessore alla cultura e alle politiche giovanili Luca Morosin – da alcuni anni abbiamo deciso di andare oltre alla semplice cerimonia di consegna, e abbiamo lavorato per fare in modo che la consegna del testo che sta alla base del nostro ordinamento democratico, che quest’anno compie 70 anni, fosse solo il momento finale di un percorso di avvicinamento ai giovani alla comprensione dei meccanismi che regolano la vita civica, ma anche di coinvolgimento all’attività politica, di qualsiasi colore, di quella che potrebbe essere la classe dirigente di domani”.

Ed ecco che di anno in anno, a partire dal 2014, sono stati organizzati eventi sempre diversi. “Quest’anno abbiamo coinvolto i ragazzi, un gruppo di circa 20 futuri maggiorenni – continua Morosin – in un gioco di ruolo sul tema ‘Sei tu il nostro Sindaco’. I ragazzi sono stati invitati a creare una lista con un candidato Sindaco, preparare il programma con progetti e obiettivi restando all’interno di un determinato budget e tenendo conto delle esigenze specifiche del loro territorio. Quindi, eletto il Sindaco, hanno pescato le carte degli imprevisti: calamità naturali, tagli ai trasferimenti statali e altro, che li hanno costretti a decidere quali progetti tagliare, ridefinendo le priorità. Un modo per toccare con mano la complessità dell’amministrare e stimolarli a tirare fuori il loro entusiasmo e la loro passione a servizio del paese”. Il gioco è stato preceduto da un approfondimento sulla Costituzione e sul funzionamento dello Stato e dell’Ente locale. Quindi, sabato 26 maggio, la cerimonia della consegna della Costituzione ai ragazzi in Villa Farsetti.

L’Ufficio stampa

torna all'inizio del contenuto