RIFIUTI: RAGGIUNTO IL 79,3%DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. Ma si può fare ancora meglio, con risparmi in bolletta!

Santa Maria di Sala, 23 .5.2018: Quali sono i vantaggi del differenziare i rifiuti? Una domanda che si sente fare spesso, cui il Comune, in collaborazione con Veritas, ha deciso di dare una risposta chiara, snocciolando alcuni numeri.

“Il Comune di Santa Maria di Sala nel 2016 ha prodotto 8.336 tonnellate di rifiuti – spiega l’Assessore all’Ambiente Stefano Bacchin - Di queste 6.609 sono state avviate alla raccolta differenziata e solo 1.728 hanno costituito il secco residuo, materiale costoso da smaltire. In percentuale, la raccolta differenziata ha raggiunto il 79,3%”.

Venendo ai vantaggi, senza la raccolta differenziata i costi di trattamento e smaltimento dei rifiuti nel 2016 sarebbero stati più alti di 710.000 Euro. Soldi che sarebbero finiti in bolletta!

“Un ottimo risultato, dunque, ottenuto grazie soprattutto all’impegno dei cittadini. Ma si può fare ancora di più – continua Bacchin - Due gli ambiti in cui si può migliorare: conferire il rifiuto nel giusto contenitore e non gettare rifiuti differenziabili nel secco. Differenziare meglio poterebbe ad un aumento della raccolta differenziata di ben 3,5 punti percentuali”

Nel 2016 ben 619 tonnellate di rifiuti differenziati sono stati messi nei contenitori sbagliati: il 26% di plastica, vetro e metalli non erano conformi, l’11% dell’organico non era rifiuto biodegradabile, il 7% della carta e del cartone non era riciclabile.

Inoltre, nel rifiuto residuo c’erano ben 916 tonnellate di materiali (il 53%!) che invece potevano essere differenziati: soprattutto plastica (21%), carta e cartone (17%), ma anche organico (10%) vetr(2%), verde, ramaglie, pile e batterie (2%) e metalli (1%). Materiali che sono stati sottratti al riciclo.

“Fare attenzione a come si differenzia è importante – commenta il Sindaco Nicola Fragomeni -  Basti pensare che evitando questi errori a Santa Maria di Sala la raccolta differenziata potrebbe arrivare all’ 82,8 %, percentuale che si tradurrebbe immediatamente in ulteriori risparmi in bolletta. Infatti, oltre a diminuire i costi dello smaltimento del costoso secco non riciclabile, aumentare i materiali differenziati porta ad aumentare le entrate, dal momento che Veritas e quindi il Comune ricevono dai consorzi di filiera che trattano i diversi materiali contributi proporzionali a quantità e qualità dei materiali raccolti. Più aumenta la quantità e la qualità del materiale, più aumentano i ricavi. Risultato, un ulteriore diminuzione della bolletta dei rifiuti!”

Per sensibilizzare i cittadini ad una migliore differenziazione del rifiuto, Veritas e il Comune hanno avviato la campagna informativa ‘Tracciamo i rifiuti di tappa in tappa’, che mira in particolare a migliorare la qualità della raccolta, evitando gli errori più comuni presenti nelle varie frazioni differenziate, e a spingere a differenziare anche la parte di rifiuti riciclabili che ancora si trovano nel rifiuto secco residuo.

Con la prossima bolletta del servizio rifiuti gli utenti riceveranno un volantino che illustrerà l’andamento della differenziata, con i risultati raggiunti, gli errori di conferimento, e quanto dei materiali raccolti è andato effettivamente a riciclo. Un messaggio che rinforza quello già presente nei calendari della raccolta differenziata, che riportano le informazioni sul corretto conferimento dei rifiuti, le innovazioni organizzative e gestionali del servizio, gli aspetti di sostenibilità ambientale.

L’Ufficio stampa

torna all'inizio del contenuto