LOTTA ALLE ZANZARE - Interventi ordinari e straordinari di disinfestazione, pastiglie gratuite e interventi per i privati a prezzo convenzionato

Santa Maria di Sala, 14.09.2018: L’Assessore all’Ambiente Stefano Bacchin ricorda come le campagne di disinfestazione da parte del Comune siano state particolarmente attente nel corso dell’estate, sia per evitare il propagarsi di malattie di cui le zanzare sono vettori, ma anche per arginare il fastidio provocato da questi insetti.

“In questi mesi, abbiamo lavorato su più fronti – ha spiegato l’Assessore Bacchin – Abbiamo affidato il servizio di disinfestazione ordinaria delle aree pubbliche a Veritas, che effettua cinque trattamenti adulticida e quattro antilarvale nei mesi da giugno a ottobre. Sono stati interessati tombini, caditoie e pozzetti, le alberature presenti nelle strade pubbliche, nei parchi pubblici, nelle scuole e nelle zone abitate dove possono verificarsi focolai di infestazione. A tutto questo abbiamo voluto aggiungere due interventi straordinari ad agosto, in concomitanza con l’allarme west nile”.

Per essere più efficaci gli interventi antizanzara devono però essere effettuati anche nelle aree private, dal momento che questi insetti hanno un raggio di volo abbastanza ampio. Ecco quindi che il Comune ha fatto una convenzione con Veritas che offre ai privati interventi di disinfestazione nelle aree private a prezzi molto bassi (per informazioni 800.89.39.63 attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12.30) e ha acquistato le pastiglie antilarvali da distribuire gratuitamente a tutti i cittadini che ne fanno richiesta (per informazioni ufficio ambiente 041.486788).

Ecco alcuni semplici consigli per prevenire e contenere l’infestazione.

Le zanzare femmina depongono le uova sulla parete interna di contenitori in cui è presente acqua stagnante. Queste si schiudono solo se sono sommerse dall’acqua. Per questo è importante eliminare tutti i possibili contenitori che permettano il ristagno dell’acqua nelle adiacenze delle abitazioni e svuotare periodicamente i sottovasi. È poi consigliabile trattare settimanalmente l'acqua presente nei tombini situati nelle aree private con un apposito prodotto (si preferiscano quelli biologici, che non contengono sostanze nocive quali insetticidi chimici), e coprire accuratamente, senza lasciare fessure, le vasche e i bidoni di irrigazione affinché le zanzare non possano raggiungere l'acqua per riprodursi.

L’Ufficio stampa

torna all'inizio del contenuto