Ospedali, cieli, fiumi e mari: La Grande Guerra fuori le trincee

Dal 1 al 9 Dicembre la Mostra-esposizione in Villa Farsetti - Giovedì 29 novembre Spettacolo teatrale “Uomini prigionieri dell’odio. Dagli Altopiani al Piave”


Santa Maria di Sala, 27.11.2018: Raccontare il territorio della Piazza Marittima di Venezia nel contesto della Grande Guerra: è questo l’obiettivo della mostra “Ospedali, cieli, fiumi e mari: La Grande Guerra fuori le trincee”, la ricca esposizione proposta in Villa Farsetti, che dal 1917 fu sede di un Ospedale da Campo, aperta dal primo al 9 dicembre. L’inaugurazione il 2 dicembre alle 11 con visita guidata.

“L’esposizione che occupa per intero i tre piani di Villa Farsetti e presenta un’incredibile quantità di reperti – spiega l’Assessore Luca Morosin - è patrocinata dal Comune di Santa Maria di Sala e realizzata dall’Associazione Mondo Agricolo di Caselle de Ruffi, per la cura di Fiorenzo Andreatta e Mauro Scroccaro e con la collaborazione di moltissime associazioni storiche, combattentistiche e culturali”. Il 7 dicembre alle 20.30 nella sala Ovale di Villa Farsetti letture su "Donna e Grande Guerra, una rivoluzione sociale" con la dottoressa Valeria Favretto.

La mostra resterà aperta dal 1 al 9 dicembre dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.
 
Tra i temi affrontati la Sanità nella Guerra, l’aviazione, la navigazione fluviale militare, le donne nella Grande Guerra e l’arte nella guerra. Presenta anche una mostra sui campi volo, la corrispondenza postale, i piccioni viaggiatori e le 30 ordinanze emesse dal comando della Piazza. Immagini e materiali non sulla prima linea ma sulle retrovie della grande Guerra e che raccontano indirettamente le condizioni di vita della popolazione civile tra il maggio 1915 e il novembre 1918 nella cosiddetta Piazza di difesa marittima di Venezia, territorio di guerra fin dal 24 maggio 1915 che si estendeva dalla foce del Piave a quella dell’Adige sulla costa e fino alla soglie di Padova e Treviso in terraferma.  Novità assoluta, due sale dedicate ai fratelli Pasquale e Federico Cordenons, inventori e costruttori di diversi modelli di dirigibili.

Nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario della grande Guerra, il Comune propone giovedì 29 novembre alle 18.30 in Sala Teatro di Villa Farsetti, l’opera teatrale “Uomini prigionieri dell’odio. Dagli Altopiani al Piave” dall’omonimo libro di Muro Furini, che sarà presente all’evento. Musiche del gruppo amatoriale “Le 4 stagioni”. Interpreti Barbara Chinaglia e Silvia Liboni, al violino Paola Ramazzina. Ingresso libero.

L’Ufficio stampa
torna all'inizio del contenuto